Le Nostre Attrezzature

L’ambulatorio Radiologico Messana ha sempre avuto come obiettivo di fornire agli utenti un servizio di diagnostica per immagini qualificato ed umanizzato.
Le nostre attrezzature, costantemente rinnovate, sono adeguate allo stato dell’arte e mantenute in perfetta efficienza attraverso controlli di qualità e contratti di manutenzione programmata e straordinaria.

Le attrezzature di radiologia odontoiatrica comprendono:

  • Un apparecchio TC Volumetrico a fascio conico per lo studio del paziente in posizione verticale NEWTOM VGi che rappresenta la recente evoluzione nel campo della tomografia computerizzata cone-beam proposta dalla ditta Italiana Q R che ha inventato e diffuso nel mondo la scansione a fascio conico (Maxiscan).
    La tecnologia rivoluzionaria del detettore a raggi X (Flat Panel) ed una macchia focale di soli 0,3 mm consentono di produrre immagini estremamente chiare e dettagliate.
    Secondo la letteratura l’esposizione alle radiazioni durante una scansione con il NEWTOM VGi è da 20 a 50 volte inferiore rispetto ad altri T C scanner ed è dell’ordine di 2-4 panoramiche; tale dose si riduce ulteriormente nei bambini con la tecnologia “safe beam” per cui l’esposizione alle radiazioni si adatta automaticamente alle dimensioni del paziente consentendo un’ulteriore riduzione del 40% della dose di raggi X assorbita (per saperne di più vedi anche la sezione “TC Cone-Beam a bassa dose NEWTOM VGi“).
  • Un ortopantomografo digitale diretto PLANMECA Pro Max, che consente la migliore qualità d’immagine con la massima semplicità operativa e con diversi programmi panoramici:
    – Ortoradiale (standard): è l’esame più usato.
    – Panoramica pediatrica (per ridurre la dose di esposizione).
    – Programmi per lo studio delle A.T.M.
    – Teleradiografia cefalometrica con immagini di dimensioni variabili da 20 x 25 a 26 x 36 cm sia laterale che frontale.
  • Un ortopantomografo con teleradiografo PLANMECA PM 2002CC per radiologia digitale C R.
  • Due apparecchi per radiografie endorali (uno della ditta GENDEX ed uno della ditta KODAK).

Le radiografie endorali digitali vengono elaborate con un Sistema DIGORA della ditta SOREDEX che consente di eseguire immagini singole di dettaglio o l’esame full-endorale con la tecnica parallela mediante centratore RINN.

Le attrezzature per la radiodiagnostica medica sono:

  • Un apparecchio telecomandato MECALL con amplificatore di brillanza digitale e catena televisiva con fermo immagine e controllo automatico della dose, che consente studi dello scheletro, del tubo digerente, dell’addome, ecc.
  • Un teleradiografo VERTIX che consente di eseguire radiografie con cassette fino alle dimensioni di cm. 43 x 126 per lo studio del torace, della colonna vertebrale e degli arti inferiori in ortostatismo.
  • Un mammografo modello SOPHIE della Ditta PLANMED dotato di un tubo con microfuoco di 0,1 mm, estremamente confortevole per la possibilità di eseguire una compressione dosata con evidenziazione digitale della pressione esercitata.

Tutti gli esami radiografici vengono eseguiti con metodica digitale per ridurre la dose di esposizione ai pazienti e per il rispetto dell’ambiente.

Il sistema digitale C. R. ai fosfori è il FUJI FILM FCR CAPSULA II con una stampante a secco Laser Drypix 7000.

L’ortopantomografo PLANMECA Pro Max è collegato anche ad una stampante a secco AGFA Drystar 4500 M.

Il nostro ecografo è un apparecchio MYLAB CLASS C – HD della ditta ESAOTE fornito di più sonde, per lo studio degli organi addominali e pelvici, delle parti molli e dei tessuti superficiali; l’esame della prostata viene eseguito anche per via transrettale; l’eco-color-doppler ed il power doppler consentono lo studio dei grandi vasi e del microcircolo.

Per l’archiviazione digitale degli esami e per l’esecuzione del CD che, nella maggior parte dei casi viene fornito ad integrazione delle stampe su pellicola, abbiamo un apparecchio RIMAGE 2000i con programma Neo Logica Local Eye.

 

MOC AD ULTRASUONI ECHOSOUND CON APPARECCHIO ECHO-STATION

L’apparecchio Echo Station di Echolight SpA con metodologia Echosound, basata sull’indagine R.E.M.S. (Radiofrequency Echographic Multi Spectrometry), brevettata a livello mondiale, che rappresenta la tecnologia non invasiva per la valutazione della resistenza ossea senza l’utilizzo di radiazioni ionizzanti.

Echo Station è prodotto in collaborazione con il Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) con validazione clinica ottenuta attraverso studi multicentrici nazionali ed internazionali con primari centri per la diagnosi dell’osteoporosi in Italia e in Europa coordinati dal Comitato Scientifico interno composto da personalità mediche i di livello internazionale.

L’esame diagnostico, sfruttando tutte le caratteristiche spettrali dei segnali ultrasonici non filtrati (RF), acquisiti durante una scansione ecografica con una sonda convex 3.5 Mz si concretizza in una veloce scansione guidata, di circa 60″ per la colonna e 40″ per il femore, acquisendo, sia le immagini, sia i relativi segnali a radiofrequenza. L’algoritmo identifica automaticamente i volumi dell’osso target, scarta acquisizioni errate e artefatti e fornisce un immediato referto medico.

Il referto include tutti i risultati diagnostici standard per la diagnosi dell’osteoporosi: BMD (g/cm²), TScore, Z-Score e il Body Composition Index.

Il dispositivo fornisce due parametri numerici: l’Osteoporosis Score OS, correlato direttamente con la misurazione della BMD (in g/cm²) e il Fragility Score FS, che fornisce una stima indipendente di fragilità ossea e rischio di frattura. Il referto medico contiene tutti i parametri comuni per la diagnosi dell’osteoporosi e, inoltre, il Fragility Score valuta la qualità della micro-architettura ossea del tessuto interno e calcola, mediante il software FRAX® integrato, il rischio di frattura (generico/anca) a 10 anni (vedi anche esame dell’osteoporosi in Servizi).